Digital marketing

Come il Social Media Marketing migliora il business del tuo negozio di arredamento

1 Marzo 2017
Naxa
social-media-arredamento
Tutti conoscono i Social Media. Tutti sanno cos’è Facebook e in molti lo utilizzano, spesso non nel migliore dei modi, dando l’impressione che una piattaforma tanto potente, in fondo, non sia che una piazza virtuale in cui tutti gridano e nessuno ascolta. Naturalmente la realtà è sempre molto più sfaccettata dell’opinione, e oggi sono milioni le aziende che utilizzano il Social Media Marketing per promuovere online la loro attività sfruttando proprio il potere inarrestabile di piazze virtuali tanto frequentate. Perché non dovresti fare lo stesso anche tu, con il tuo negozio di arredamento? Se uno strumento tanto potente è a disposizione di tutti, la cosa migliore non è ignorarlo ma imparare a utilizzarlo al meglio, non credi? Ascoltare, coinvolgere, misurare e promuovere: questi sono i quattro obiettivi cardine sui quali si fonda una buona attività di Social Media Marketing. Con il supporto di professionisti specializzati, scoprirai di poter ottenere moltissimo da Facebook, Twitter, YouTube, Google+, Pinterest, Instagram e LinkedIn a fronte di un investimento economico contenuto.

Social Media per l’arredamento: ti raccontiamo un caso di successo

Nella nostra Digital Agency a servizio completo ci troviamo spesso a gestire l’identity e la reputation sui social di molte aziende specializzate in vari settori, compreso l’arredamento. Sin dal momento in cui conosciamo il cliente, il nostro obiettivo è sempre quello di aiutarlo a comprendere quanto questi strumenti possano influire sull’opinione che gli utenti hanno della sua attività. Non solo: è importante anche ricordare che i Social Media, nella loro naturale e più moderna evoluzione, sono anche il veicolo per individuare le attività sul territorio, e per valutarne la qualità di prodotti e servizi. Il ruolo del Social Media Manager è essenziale non soltanto nel definire al meglio l’identità aziendale del cliente sui social media, ma anche per la gestione corretta e bilanciata di eventuali criticità e delle campagne pubblicitarie previste dalle varie piattaforme. Il Social Media Marketing dovrebbe quindi sempre tenere conto dei tanti strumenti messi a servizio delle aziende dai social network: perché questi portino dei risultati effettivi non è sufficiente aprire una pagina Facebook, un profilo Twitter, un canale YouTube… ma anche gestirli in modo coordinato e smart, offrendo agli utenti contenuti realmente interessanti che portino loro un valore aggiunto e la voglia di acquistare. Nel corso dei nostri dieci anni di attività, abbiamo lavorato con diverse realtà nel settore dell’arredamento e dell’Interior Design: per ciascuna di esse abbiamo formulato un piano strategico ad hoc, perché siamo consapevoli delle peculiarità e unicità di ogni azienda. Per tutte, abbiamo dato vita a una soluzione sinergica che facesse fruttare al meglio gli strumenti a nostra disposizione. Per l’attività di Interior Design che per l’occasione chiameremo X, abbiamo iniziato con la strutturazione di profili aziendali completi su quelli che abbiamo ritenuto essere i migliori canali social per il cliente. Nello specifico, abbiamo creato una corporate image coerente e subito identificabile da un punto di vista grafico ed estetico, sulla quale abbiamo costruito profili e pagine in Facebook, Google+, Pinterest, LinkedIn e YouTube. Una volta imbastita la brand identity sui canali social, abbiamo utilizzato Google+ e Facebook per identificare l’attività anche a livello di local advertising, approfittando al contempo dei tool di monitoraggio offerti dalle piattaforme per comprendere in quali momenti della settimane e del giorno l’azienda riceveva il maggior numero di contatti. Abbiamo poi studiato con attenzione il target di pubblico da colpire con i nostri contenuti. È arrivato poi l’importante momento di dare vita al draft del conversation calendar: i nostri esperti copywriter e Social Media Manager hanno strutturato un piano editoriale su base mensile definendo gli argomenti di interesse attinenti e complementari alle proposte di brand, più commerciali e che devono necessariamente essere limitate sui canali social, al fine di non annoiare gli utenti. Frequenza, tono di voce, registro delle risposte da fornire agli utenti e suddivisione delle tematiche sono in questo senso gli ingredienti essenziali per dare vita a una gustosa “torta” social. La ciliegina è però rappresentata dalla capacità di creare interazione e traffico biunivoco tra le varie piattaforme social e il sito web del cliente, così da generare lead di valore, realmente attinenti con il profilo-cliente ricercato dall’azienda. Ed ecco che l’ensemble prende vita. Immaginatelo come un’orchestra:
  • La pagina aziendale Facebook diventa il luogo virtuale in cui condividere news di interesse generale fruibili dal pubblico, e proporre sconti, novità, prodotti sia attraverso il traffico organico che quello a pagamento
  • La pagina di brand su Google+ si trasforma in una mappa virtuale per raggiungere fisicamente l’attività del cliente e per tracciare i comportamenti degli utenti sul territorio, offrendo al contempo agli utenti la possibilità di lasciare recensioni sull’azienda
  • Il canale YouTube prende vita con contenuti immediatamente comprensibili, video tutorial, infografiche, approfondimenti su specifici elementi d’arredo o sulle modalità realizzative di divani e poltrone
  • Il profilo aziendale su Pinterest è una grande lavagna luminosa virtuale sulla quale “appendere” le immagini più belle delle collezioni dell’azienda, identificarle con contenuti di interesse e linkarle direttamente alle schede tecniche sul sito web, intercettando un’utenza particolarmente interessata all’Interior Design
  • La pagina aziendale su LinkedIn è infine il veicolo più professionale per entrare in contatto con professionisti e partner, ricercare nuovi dipendenti e collaboratori, espandere la propria attività all’estero attraverso il contatto diretto con figure di interesse, partecipare a discussioni e approfondimenti su gruppi di settore
Il progetto social intrecciato e interconnesso per lo showroom di arredamento X si è rivelato un grande successo: non ha solamente aumentato le visite al sito web e portato più clienti al negozio, ma ha anche offerto agli utenti la possibilità di conoscere meglio il brand e di parlare direttamente con i suoi referenti, comprendendone specialità e unicità. Allo stesso tempo, la nostra azienda cliente ha compreso che un motore potente come quello dei social network può funzionare a dovere, se viene nutrito con il carburante giusto. Perché non ci racconti di come vorresti ti raccontassimo suoi social media? Parliamone insieme!

Condividi articolo

Metti in pratica ciò che hai letto

Richiedi la tua consulenza gratuita

Contattaci ora
blog contattaci