Strategia

I negozi di arredamento del futuro: i programmi fedeltà

8 Febbraio 2017
Naxa
programmi-fedelta-negozi-arredamento
programmi fedeltà nei negozi di arredamento del nuovo millennio sono ormai una realtà conosciuta, apprezzata ma non ancora così radicata – se si escludono i grandi brand internazionali che, per spirito, tendono a muoversi più rapidamente verso le novità tecnologiche. Le cosiddette fidelity card possono rappresentare uno strumento di marketing di grande valore e assai vantaggioso sia per il negozio di arredamento che per i suoi clienti: attraverso i programmi fedeltà, il primo si pone nella condizione di monitorare lo sviluppo comportamentale dell’acquisto ripetuto e il sentiment dei clienti più assidui, mentre i secondi vengono premiati con sconti e agevolazioni per le loro decisioni d’acquisto. Se ben studiato, un programma fedeltà è certamente utile per i negozi di arredamento che vogliono collocarsi in modo nuovo nel proprio segmento di mercato, facendo proprie teorie e pratiche di inbound marketing avanzato e pluridirezionale.  

Programmi fedeltà per showroom di arredamento: i vantaggi

Ma quali sono i vantaggi dei programmi fedeltà per un negozio di interior design? Partendo dal presupposto di una strutturazione corretta e sinergica della strategia di marketing, che dovrebbe necessariamente utilizzare più di uno strumento di promozione per aumentare la fidelizzazione al brand e il numero di clienti, vi sono senza dubbio una serie di qualità che non è possibile ignorare. Cominciamo a parlare degli obiettivi dei loyalty program: premiare i clienti più fedeli e più assidui del nostro negozio di arredamento, di fatto orientando il loro comportamento a una fidelizzazione ancora più marcata. I clienti potranno usufruire di sconti e agevolazioni studiati appositamente sulle loro esigenze (previa naturalmente un’adeguata survey di marketing), attraverso una differenziazione e una segmentazione degli utenti e dei loro comportamenti. I programmi fedeltà possono essere costruiti su fidelity card (o tessere fedeltà) proposte dal negozio di arredamento. Queste card offrono l’opportunità di accumulare punti o unità di valore che sarà lo stesso showroom di mobili a decidere: tali valori saranno registrati sulla tessera nel momento in cui il cliente fidelizzato procederà a un acquisto. Tra i principali vantaggi dei programmi fedeltà vale la pena ricordare:
  • La possibilità di identificare, classificare e differenziare i clienti più fedeli dello showroom di interior design
  • La possibilità di offrire ai clienti fidelizzati un premio unico, che aumenta la consapevolezza di brand e il suo gradimento
  • La possibilità, per il negozio di mobili, di creare un vero e proprio database marketing, che conterrà tutte le informazioni relative ai clienti e ai loro funnel di acquisto. In questo modo lo showroom di arredamento potrà creare strategie di vendita ad hoc, basate sui comportamenti recepiti e registrati
  • La possibilità di ottenere maggiori guadagni cristallizzando, mantenendo, implementando e premiando la fedeltà dei clienti che, in questo caso, non ricevono più solamente prodotti ma anche servizi proattivi e positivi
  • La possibilità di promuovere la propria attività a discapito dei concorrenti attraverso un’attività di marketing avanzato, sostenibile con un investimento relativamente contenuto
Sono sempre più i negozi di arredamento che comprendono il valore dell’incentivazione all’acquisto da parte dei loro clienti più fedeli. E sanno che è più conveniente investire budget per produrre tessere magnetiche piuttosto che distribuire cartoline di raccolta punti. Le prime, infatti, consentono di registrare a livello informatico un patrimonio di informazioni preziosissime utili anche alle strategie di vendita future.

Programmi fedeltà e negozi di arredamento: l’esempio IKEA

IKEA, forse il più celebre furniture store al mondo, rappresenta un caso studio assai interessante per quanto riguarda la generazione di brand awareness e brand fidelity attraverso i programmi fedeltà e le tessere punti. L’iniziativa, ormai capillare sul mercato mondiale per il colosso svedese, è regolarmente pubblicizzata anche sul sito web della casa madre. L’utente viene invitato a “diventare socio” della cosiddetta “IKEA Family”, la carta-punti del brand, alla cui sottoscrizione corrisponde subito un buono sconto per il cliente. In sostanza, un piccolo incentivo che il marchio può permettersi di corrispondere a fronte dei preziosissimi guadagni che la sottoscrizione alla carta gli porterà. L’utilizzo di IKEA Family per il cliente permette di usufruire di offerte nei punti vendita, di prodotti sempre a prezzo speciale e addirittura di beneficiare di una serie di convenzioni con tante aziende partner. VI sono poi proposte di eventi e seminari gratuiti presso i negozi, sconti sul consumo di cibo all’interno degli store, tutorial multimediali sul trasporto dei mobili acquistati. Correttamente da un punto di vista di marketing strategico, la sottoscrizione del programma fedeltà corrisponde anche all’iscrizione ad una newsletter. Quello di IKEA è solamente uno dei tanti esempi di utilizzo virtuoso di un programma fedeltà, capace di portare innegabili vantaggi sia all’azienda che agli utilizzatori, mantenendo al contempo uno stretto legame tra marchio e clienti, sempre invogliati ad acquistare da promozioni e omaggi. Per la strutturazione di un corretto piano di marketing che sappia integrare l’utilizzo di una fidelity card e relativi programmi fedeltà, è essenziale il supporto di specialisti della comunicazione, che sapranno guidare lo showroom di interior design verso la nuova frontiera della promozione di brand.

Condividi articolo

Metti in pratica ciò che hai letto

Richiedi la tua consulenza gratuita

Contattaci ora
blog contattaci