Ecommerce

Come vendere arredamento online

16 Gennaio 2017
Naxa
come-vendere-arredamento-online
Internet non è più solamente un luogo virtuale in cui individuare con facilità una miriade di informazioni, rientrare in contatto con vecchi amici, ascoltare musica: è oggi anche un immenso mercato globale dove si vende e si acquista. Non è un caso, quindi, che moltissimi imprenditori che avevano iniziato la loro attività con un business “offline” abbiano deciso di dedicarsi anche all’ecommerce. Nella maggior parte dei casi, questa soluzione non sostituisce il loro negozio ma vi si affianca, di fatto coprendo una parte di mercato potenziale che, diversamente, sarebbe colpita da uno o più concorrente. Se anche tu sei un imprenditore nel settore dell’arredamento e conosci alla perfezione il tuo settore e il suo pubblico di riferimento, la vendita online potrebbe essere un’eccellente soluzione per ampliare il tuo business e rendere la tua attività al passo con i tempi. In effetti, in considerazione delle nuove tecnologie a nostra disposizione, vale senza dubbio la pena utilizzare gli strumenti del digital marketing per intercettare una nuova porzione di clienti potenziali e aumentare il numero di clienti e i guadagni.

Ecommerce di arredamento: prima regola, distinguersi dagli altri

Il principio base da cui partire riguarda la capillarità delle vendite sul web, valida ormai per praticamente tutti i settori – compreso quello dell’arredamento. Di certo conoscerai gli enormi ecommerce generalisti che la fanno da padrone in internet: siamo certi che in dieci secondi netti potrebbero venirti in mente almeno un paio di nomi conosciuti in tutto il mondo e, negli ultimi anni, diventati celebri anche in Italia. La concorrenza di questi colossi va naturalmente tenuta in altissima considerazione, e tuttavia non deve essere un deterrente se stai pensando di iniziare a vendere arredamento online. Ricorda infatti che il loro approccio orizzontale al mercato è tanto la loro forza quanto la loro debolezza. Prima di tutto, quindi, tieni presente che se hai idee innovative e alternative che ti permettono di distinguerti dagli altri player sul mercato di internet potrai senza dubbio individuare la tua nicchia, accomodarti al suo interno con il supporto di professionisti del digital marketing, e raccogliere i frutti del tuo lavoro. Poniti poi delle domande che ti saranno utilissime per una serie di considerazioni preliminari all’apertura del tuo ecommerce di arredamento:
  • Dove vuoi vendere i tuoi mobili e complementi d’arredo?
  • Chi è il tuo cliente tipo?
  • Quali sono i tuoi principali concorrenti sulla rete?
  • Quanto conosci il mercato sul quale intendi posizionarti?
  • Quanta attenzione e quanto tempo puoi dedicare alla vendita online dei tuoi prodotti?
  • Quali servizi puoi fornire ai tuoi utenti?
  • Dove intendi spedire i tuoi prodotti?
  • Quanto budget sei disposto ad investire per creare il tuo negozio online in modo che sia performante e funzionale?
  • Quanto budget sei disposto ad investire, nel corso del tempo, per mantenere il tuo negozio online uno strumento di effettivo guadagno?
Queste sono soltanto alcune delle domande che è opportuno porsi prima ancora di stendere un business plan per la tua eventuale attività online. Farlo per iscritto ti aiuterà a dare un ordine alle tante idee che di certo ti passeranno per la mente e stabilire, già in prima battuta, se trasformare il tuo progetto in una attività reale.

Vendere arredamento online: non sottovalutare la potenza del web marketing

Il web marketing è una scienza composta da un insieme di attività che vedono il web come palcoscenico unico e che, attraverso lo studio del mercato, si pone come obiettivo lo sviluppo di rapporti commerciali sulla rete: dall’assistenza alla clientela all’acquisizione di lead, dalla promozione alla pubblicità pura, dalla distribuzione alla vendita. Come puoi immaginare, si tratta di attività complesse che sono il frutto di competenza ed esperienza. Così come nel tuo lavoro di imprenditore nel settore dell’interior design esiste un know-how che soltanto i professionisti possono vantare, allo stesso modo nel digital marketing vi sono competenze uniche che solamente un consulente esperto o un’agenzia specializzata è in grado di offrirti. Questa premessa è fondamentale per aiutarti a comprendere che la tua attività di vendita di arredamento online potrebbe rivelarsi di maggiore successo con il supporto di un professionista del web. Quelli che seguono solo alcuni punti fermi che ti permetteranno di cominciare a dare forma al tuo progetto di negozio virtuale. La prima cosa che dovrai considerare è quanto, nel mercato in cui hai deciso di operare, è presente la penetrazione dell’ecommerce. Ricorda sempre che, se in una determinata zona geografica potrai offrire ai tuoi clienti anche una sede fisica a supporto della vendita online, tanto più il tuo business virtuale si allontanerà dal tuo showroom, tanto più dovrai essere in grado di persuadere i tuoi utenti ad acquistare un prodotto che non possono toccare con mano. Il secondo consiglio strategico per l’apertura di un ecommerce di arredamento riguarda la sinergia dei tanti strumenti a disposizione del digital marketing: il tuo negozio online funzionerà infatti meglio se sarà supportato in modo intelligente da altri canali di promozione pensati per generare vendite sul web. Tra questi, ad esempio, figurano le DEM – considerate da un grosso player di settore come Gruppo Natuzzi uno degli strumenti di maggiore successo nell’ecommerce, perché in grado di colpire direttamente il pubblico di riferimento. Non solo: il tuo negozio online sarà aiutato a crescere anche da tutte quelle attività di posizionamento organico che prendono il nome di SEO, e dalle azioni di brand reputation e brand awareness sui social network, cosiddette Social Media Strategy e Social Media Management. Il SEM, infine, ti permetterà di ottimizzare la presenza del tuo ecommerce di arredamento sui motori di ricerca come Google anche attraverso azioni non organiche, ma a pagamento. Questo tipo di attività sarà particolarmente funzionale nella primissima fase di vita del tuo negozio virtuale, quando Google non avrà ancora avuto la possibilità né il tempo di posizionarti in modo naturale tra i primi risultati delle sue ricerche. Andranno poi fatte tutte le dovute considerazioni geografiche: come puoi bene immaginare, le performance sulle attività di web marketing mutano in modo anche considerevole a seconda dei Paesi. Ogni nazione è in grado di generare lead in modo diverso e offrire una redemption tutta sua, sempre in base ai vari strumenti che vengono utilizzati. Nello specifico, possiamo sostenere con certezza che alcune strategie che si rivelano ottimali per l’Italia potrebbero essere fallimentari per l’Inghilterra; alcuni metodi considerati di successo in Germania non funzioneranno invece in Giappone. Pertanto, anche in questo caso è opportuno un attento studio dei mercati online sui quali intendi operare e il supporto di un professionista che possa illuminarti in merito alle migliori strategie da attuare in funzione della geolocalizzazione della tua attività. Queste indagini preliminari sono importanti quanto e più dell’apertura pratica del tuo negozio online, perché ti permetteranno di ottimizzare tempi, costi, azioni, dando vita a una strategia con un potenziale di successo più ampio. Ricorda infine che un cambiamento della tua mentalità imprenditoriale ti sarà di assoluto e indispensabile aiuto per ampliare il tuo business a un mondo tanto importante e tanto particolare come quello della rete. Sei pronto a creare un’attività imprenditoriale davvero al passo con i tempi?

Condividi articolo

Metti in pratica ciò che hai letto

Richiedi la tua consulenza gratuita

Contattaci ora
blog contattaci