31 Gennaio 2023
In questo articolo esploreremo come il business modelling può aiutare le aziende a comprendere meglio se stesse, il loro ambiente operativo, identificare opportunità di miglioramento e implementare cambiamenti per raggiungere obiettivi a lungo termine.  Approfondiremo metodologie, strumenti e benefici che questa attività può portare, all'interno di un'azienda. In particolare, ci concentreremo sul Business Model Canvas, un modello di Osterwalder e Pigneur e sui 9 elementi chiave che lo compongono, per comprendere come le aziende possano generare profitti e vantaggi. Ecco cosa troverai in questo articolo: business modelling una definizione e qualche esempio  

Business Modelling: una definizione e qualche esempio

Il business modelling consiste nel creare una rappresentazione della struttura, dei processi, dei dati e dei sistemi di un'azienda. Lo scopo è quello di comprenderne il funzionamento dei singoli aspetti (e del loro insieme) così da poter individuare inefficienze e, quindi, migliorare il funzionamento generale dell'azienda intervenendo sugli aspetti meno performanti. Ci sono diversi metodi e strumenti utilizzati per creare un modello aziendale, tra cui il business process modelling, la modellizzazione dei dati e la modellizzazione dell'architettura del sistema. Per quanto riguarda la struttura aziendale, ad esempio, potrebbe essere preso in esame la tipologia di struttura gerarchica, per comprendere se non esistano soluzioni migliori:
  • Struttura gerarchica: una struttura in cui c'è una gerarchia di livelli di responsabilità, dai dipendenti ai manager fino al CEO.
  • Struttura funzionale: una struttura in cui i dipendenti sono organizzati in base alle loro funzioni, come vendite, finanza, risorse umane.
  • Struttura divisionale: una struttura in cui l'azienda è divisa in divisioni o unità aziendali autonome, ciascuna con la propria struttura gerarchica e funzionale.
Per quanto concerne i processi aziendali, invece, ecco alcuni esempi che potrebbero essere oggetto di business modelling in cerca di elementi passibili di miglioramento funzionale:
  • Processo di acquisto: il processo attraverso il quale un'azienda acquista beni e servizi dai fornitori esterni.
  • Processo di produzione: il processo attraverso il quale un'azienda trasforma materie prime in prodotti finiti.
  • Processo di vendita: il processo attraverso il quale un'azienda vende i propri prodotti o servizi ai clienti.
business modelleing la struttura aziendale   Dal punto di vista dei dati aziendali, ecco alcuni esempi che potrebbero essere oggetto di analisi e, quindi, di miglioramento:
  • Dati finanziari: informazioni relative alle entrate, alle uscite e alla performance finanziaria dell'azienda.
  • Dati di vendita: informazioni relative alle vendite dei prodotti o servizi dell'azienda.
  • Dati demografici dei clienti: informazioni su età, sesso, reddito e altre caratteristiche dei clienti dell'azienda.
Infine, per quanto concerne i sistemi aziendali, ecco quali potrebbero beneficiare di una ottimizzazione, a seguito di un processo di business modelling:
  • Sistema di gestione delle risorse umane (HR): un sistema utilizzato per gestire le informazioni sui dipendenti, come stipendi, ferie e assenze.
  • Sistema di gestione delle vendite: un sistema utilizzato per gestire le informazioni sui clienti e le vendite.
  • Sistema di gestione dei magazzini: un sistema utilizzato per gestire le informazioni sugli articoli in magazzino, come la quantità, i prezzi e le scorte minime.
  Il business modeling può essere utilizzato per una vasta gamma di scopi, tra cui la pianificazione strategica, la creazione di nuovi prodotti o servizi, l'ottimizzazione dei processi aziendali, e la creazione di sistemi informatici più efficienti. In generale, il business modelling può aiutare le aziende a comprendere meglio se stesse e il loro ambiente operativo, identificare opportunità di miglioramento e implementare cambiamenti per raggiungere obiettivi a lungo termine. In questo articolo cercheremo di comprendere meglio il business modelling, approfondendo metodologie, strumenti e benefici che questa attività può portare, all'interno di un’azienda. business model la definizione e gli esempi  

In pratica, come è che generiamo profitti?

Il Business Modelling è un processo fondamentale per la creazione e lo sviluppo di un'impresa. Consiste nella definizione del modello di business dell'azienda, ovvero come essa crea, distribuisce e monetizza il valore per i suoi clienti. In altre parole, è la rappresentazione schematica di come l'azienda genera profitti. Il processo di Business Modelling si compone di diverse fasi:
  • Analisi del mercato e dei clienti: per comprendere le esigenze e i desideri dei clienti, i loro comportamenti d'acquisto e le tendenze del mercato.
  • Definizione delle attività chiave: per identificare quali attività sono necessarie per creare e distribuire il prodotto o servizio.
  • Definizione dei partner chiave: per individuare i partner strategici, come fornitori e distributori, che possono aiutare l'azienda a creare e distribuire il prodotto o servizio.
  • Definizione dei flussi di entrate: per determinare come l'azienda monetizzerà il proprio prodotto o servizio.
  • Strutturazione dei costi: per identificare i costi associati alle attività chiave e ai partner chiave.
in pratica come generiamo profitti   Una delle teorie più utilizzate per la compilazione di un business model è quella proposta da Alexander Osterwalder e Yves Pigneur nel loro libro "Business Model Generation". Gli autori hanno sviluppato un modello noto come "Business Model Canvas" che consente di rappresentare visivamente i nove elementi chiave di un business model (che approfondiremo tra poco).  Il processo di creazione di un business model può essere supportato anche da altre teorie come la Teoria delle Risorse e delle Capacità di Jay Barney e la Teoria della Creazione del Valore di W. Chan Kim e Renée Mauborgne. Noi, però, ci concentreremo sul modello più diffuso e più noto nelle aziende, per approfondirne il funzionamento e per fornire conoscenze e strumenti che possano essere impiegati immediatamente all'interno di un'azienda, ovvero il Business Model Canvas suddiviso in nove elementi chiave.  

Business Model Canvas: ovvero?

Per chi non lo conoscesse, forniamo una brevissima descrizione di questo modello, per poi approfondirne i 9 elementi che lo costituiscono. In generale, il Business Model Canvas di Osterwalder e Pigneur è uno strumento grafico per visualizzare e comunicare la struttura di un'idea di business e per aiutare a comprendere come creare valore per i clienti e generare entrate. Ha l'aspetto di una tabella, divisa in 9 riquadri. All'interno di ognuno di essi vanno elencati aspetti chiave dell'azienda. business modelling model canvas schema 9

I 9 elementi chiave del Business Model Canvas

  • Clienti: rappresenta i diversi segmenti di clienti a cui l'azienda si rivolge: le loro esigenze e i loro comportamenti di acquisto.
  • Proposte di valore: rappresenta i benefici che l'azienda offre ai propri clienti, che possono essere divisi in tre categorie: 
    • prodotto / servizio
    • relazione
    • personalizzazione
  • Relazioni con i clienti: rappresenta i diversi modi in cui l'azienda interagisce con i propri clienti, come: 
    • vendita diretta
    • pubblicità
    • marketing
    • supporto post-vendita.
  • Canali: rappresenta i diversi modi in cui l'azienda distribuisce i propri prodotti o servizi ai clienti, tra i quali vi sono: 
    • vendita online
    • punti vendita al dettaglio
    • distributori
    • partner
  • Flussi di entrate: rappresenta i diversi modi in cui l'azienda genera entrate. Ad esempio: 
    • vendita diretta
    • commissioni
    • abbonamenti
    • prestiti
  • Risorse: rappresenta i mezzi necessari per l'azienda per creare e offrire la propria proposta di valore
    • risorse umane
    • attrezzature
    • brevetti
    • proprietà intellettuale
  • Attività: rappresenta le attività che l'azienda svolge per creare e offrire la propria proposta di valore. Ad esempio:
    • progettazione
    • produzione
    • distribuzione
    • vendita
    • marketing
  • Partner: rappresenta i partner a cui l'azienda si affida per creare e offrire la propria proposta di valore: 
    • fornitori
    • distributori
    • partner tecnologici
    • partner finanziari
  • Struttura dei costi: rappresenta i costi sostenuti dall'azienda per creare e offrire la propria proposta di valore
    • costi fissi
    • costi variabili
    • costi di acquisizione del cliente
    • costi di mantenimento del cliente
 

Stai ragionando sul tuo modello di business?

Ottieni il nostro canvas!

Scarica ora!

  Accrescendo la propria consapevolezza su questi nove punti, un'azienda e le persone che la compongono possono capire dove è possibile migliorare processi e funzionamenti interni. Inoltre, questo strumento permette di allineare tutti gli stakeholder, facendo in modo che tutti posseggano un quadro chiaro e completo del funzionamento dell'azienda. Vediamo ora, più nel dettaglio, quali sono i vantaggi intrinseci di un Business Model Canvas ben compilato e condiviso tra tutte le persone che prendono decisioni in un'azienda...

BMC: quali vantaggi porta in azienda?

Come è facile capire, il Business Model Canvas può portare tanti vantaggi in azienda. Qui di seguito ne elenchiamo alcuni e, successivamente, cerchiamo anche di individuare quelle figure – facenti parte dell'organico aziendale – per le quali il BMC può costituire uno strumento di indubbia utilità.
  • Aiuta a comprendere come l'azienda crea valore per i propri clienti e come monetizzarlo.
  • Fornisce una visione globale delle attività chiave, dei partner strategici e dei flussi di entrate.
  • Consentire di identificare opportunità di crescita e di diversificazione.
  • Supporta la pianificazione e la strategia aziendale.
  • Migliora l'efficienza e l'efficacia dei processi aziendali, identificando eventuali bottlenecks o inefficienze.
  • Facilita la comunicazione e la collaborazione all'interno dell'azienda, fornendo un linguaggio comune per discutere la struttura e le attività.
  • Aiuta a identificare i punti di forza e di debolezza dell'azienda, fornendo informazioni utili per la valutazione del rischio e la gestione delle crisi.
  • Supporta la creazione di sistemi informatici più efficienti e la digitalizzazione dell'azienda.
  • Fornisce una base solida per la valutazione dell'impatto economico e finanziario di eventuali cambiamenti o innovazioni. 
il business model canvas e i vantaggi che porta in azienda   Di seguito, invece, cerchiamo di comprendere per quali figure interne ad un'azienda il BMC può costituire un vantaggio, oltre che uno strumento fondamentale per la crescita e il miglioramento dell'interno "sistema azienda":
  • Imprenditori: Il BMC può essere utilizzato per sviluppare e validare un'idea di business, per identificare le opportunità di crescita e per pianificare la strategia a lungo termine.
  • Manager: Il BMC può essere utilizzato per comprendere meglio la struttura e le attività dell'azienda, per identificare opportunità di miglioramento e per supportare la pianificazione e la strategia aziendale.
  • Consulenti: Il BMC può essere utilizzato per aiutare le aziende a comprendere meglio se stesse e il loro ambiente operativo, identificare opportunità di miglioramento e implementare cambiamenti per raggiungere obiettivi a lungo termine.
  • Team di sviluppo: Il BMC può essere utilizzato per identificare le risorse e le attività necessarie per creare e offrire la propria proposta di valore, e per identificare i partner strategici e i flussi di entrate.
  • Responsabili delle finanze: Il BMC può essere utilizzato per comprendere come l'azienda genera entrate e per identificare i costi sostenuti per creare e offrire la propria proposta di valore.
  • Responsabili delle Risorse Umane: Il BMC può essere utilizzato per identificare le risorse umane necessarie per creare e offrire la propria proposta di valore.
  • Responsabili del Marketing e delle Vendite: Il BMC può essere utilizzato per identificare i canali e le relazioni con i clienti necessari per creare e offrire la propria proposta di valore.
  • Responsabili IT: Il BMC può essere utilizzato per identificare i sistemi informatici necessari per supportare i processi aziendali e per creare sistemi informatici più efficienti.
il business modelling e le relative figure in azienda

Strumenti per il Business Modelling

Per un'efficace attività di Business Modelling, sono necessarie diverse risorse e strumenti. Qui di seguito elenchiamo i principali, cercando di fornire dettagli e approfondimenti per ognuna delle opzioni elencate.
  • Business Model Canvas: come già menzionato, questo strumento visivo consente di rappresentare i 9 elementi chiave di un business model in modo semplice e intuitivo.
  • Strumenti di analisi del mercato: per comprendere le esigenze e i desideri dei clienti, i loro comportamenti d'acquisto e le tendenze del mercato.
  • Software di modellizzazione: per creare diagrammi e schemi del tuo business model, come Miro.
  • Strumenti di monitoraggio e di analisi dei dati: per raccogliere e analizzare i dati sui clienti e sulle performance aziendali.
  • Strumenti di collaborazione: come Trello o Asana per coordinare il lavoro con il team e condividere documenti e informazioni.
  • Strumenti di condivisione e socializzazione: come Slack o Microsoft Teams, per condividere le informazioni e discutere il modello di business con altri membri del team.
  • Strumenti di presentazione: come PowerPoint o Prezi per presentare il business model agli stakeholder.
  • Tool di Business Intelligence: consentono di visualizzare e analizzare i dati aziendali in modo più semplice e dinamico.
  • Strumenti di simulazione e previsione: detti anche scenario planning, sono utili per prevedere gli scenari futuri e fare simulazioni di crescita e di diversificazione.
  il business modelling e gli strumenti

Saperne di più sul Business Modelling

Per chi volesse approfondire i temi espressi in questo articolo, consigliamo di consultare le seguenti fonti:
  • Alexander Osterwalder e Yves Pigneur, "Business Model Generation: A Handbook for Visionaries, Game Changers, and Challengers", John Wiley & Sons, 2010.
  • Jay Barney, "Resource-Based Theory: Creating and Sustaining Competitive Advantage", Oxford University Press, 2001.
  • W. Chan Kim e Renée Mauborgne, "Blue Ocean Strategy: How to Create Uncontested Market Space and Make Competition Irrelevant", Harvard Business School Press, 2005.
 

Stai ragionando sul tuo modello di business?

Compila il form e ottieni il nostro canvas!

Condividi articolo